Imposte indirette

L’agente detrae totalmente l’Iva sui buoni pasto e deduce il 75% del costo

di Paolo Meneghetti

LA DOMANDA Un agente di commercio può scaricare integralmente la fattura per l’acquisto (carnet) buoni pasto che utilizza nell’ambito della propria attività e pertanto oggettivamente inerenti all’attività? Può essere ricondotto alla fattispecie di cui all’articolo 54, comma 5 del Tuir, con conseguente deducibilità al 75% dei relativi importi? Il lettore scarica costo 75% mentre Iva al 100%, è corretto? Contabilmente è necessario allegare alla fattura anche le ricevute dei pasti ad ogni fattura dei buoni pasto che si registrano?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?