Imposte indirette

Operazioni esenti o inesistenti

di Matteo Balzanelli e Massimo Sirri

Se si applica il reverse charge (assolvendo l’Iva) per un’operazione esente, non imponibile o comunque non soggetta a Iva, non c’è sanzione. Se è l’ufficio ad accorgersi dell’errore, l’organo accertatore neutralizza il debito e il credito. Lo stesso avviene quando si applica il reverse per un’operazione inesistente (scatta però la sanzione dal 5 al 10% dell’imponibile, con il minimo di mille euro). Se, a causa dell’errore, non è stata detratta l’imposta, la si può recuperare con nota di variazione ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?