Imposte indirette

Iva, con la rivalsa decorrenza dalla ricezione della fattura

di Andrea Taglioni

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Il cessionario o committente può detrarre l’Iva addebitatagli in via di rivalsa dal momento di ricezione della relativa fattura e per gli importi in essa indicati. Se, in relazione ad un’operazione posta in essere risulta che l’Iva esposta in fattura risulta errata e, a seguito di accertamento, il fornitore paga l’ulteriore imposta accertata ed esercita la rivalsa nei confronti dell’acquirente, a quest’ultimo spetta il diritto di detrarre l’ulteriore imposta indicata in fattura. Ciò, a prescindere dal pagamento dell’Iva addebitatagli ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?