Persone fisiche

Bonus Irpef, vale la retribuzione effettiva

di Alfredo Calvano

LA DOMANDA Un soggetto, residente in Italia, nel 2014 lavora in Germania per 334 giorni. Si ritiene che il soggetto sia fiscalmente residente in Italia, perché vi ha il centro dei propri interessi familiari e di studio, e inoltre non si è iscritto all’Aire (anagrafe degli italiani residenti all’estero). Il contribuente, nel modello Unico 2015, indica al quadro C i redditi da lavoro dipendente, e al quadro CR l’imposta pagata a titolo definitivo in Germania.
È corretto dichiarare i redditi effettivamente percepiti (9.201 euro) anziché il reddito convenzionale ex Dm 23 dicembre 2013 (24.698 euro), vista la rilevante differenza. Inoltre, il contribuente ha la possibilità di fruire del bonus “Renzi” anche nel caso in cui dichiari il reddito effettivo e non quello convenzionale? Si consideri che l’omissione dell’indicazione del bonus “Renzi” al rigo RN43, in presenza di redditi da lavoro dipendente rientranti nella fascia agevolata, determina lo scarto della dichiarazione in fase di controllo del file telematico.

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?