Persone fisiche

Imposta sostitutiva per il lavoro autonomo

di Paolo Meneghetti

LA DOMANDA Nel 2009 ho aperto la partita Iva come professionista, e poi nel 2011 l'ho chiusa,in quanto sono passato a un lavoro dipendente, svolgendo un'attività diversa rispetto alla professione. Nel 2015 ho percepito un reddito inferiore a 30mila euro. Nel 2016 posso tornare alla professione che svolgevo nel 2009, riaprendo la partita Iva e mantenendo il rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato (in regime di part time)? In caso positivo, se nel periodo 2016–2020 il reddito da lavoro dipendente e quello da professione fossero entrambi pari a 29.000 euro (per un totale di 58.000), sotto il profilo fiscale rimarrebbero due redditi distinti, vale a dire quello da lavoro dipendente, tassato ordinariamente, e quello da partita Iva al 5 per cento, ex articolo 1, commi 111–113 della legge di Stabilità 2016, che ha apportato alcune modifiche al regime fiscale agevolato per autonomi (regime “forfettario”)?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?