Persone fisiche

Si detraggono gli interessi di un solo mutuo

di Alfredo Calvano

LA DOMANDA Al decesso del padre, il figlio ha ereditato (insieme con madre e fratelli) una quota dell’abitazione principale e il relativo mutuo ipotecario. Tempo dopo, trasferisce la propria residenza in un immobile in affitto. Dopo tre anni, acquista un appartamento adibito ad abitazione principale, stipulando un mutuo ipotecario. Il contribuente ritiene di poter detrarre gli interessi di entrambi i mutui (entro il limite di 4mila euro), in quanto per entrambi il contraente/accollante del mutuo è anche acquirente/erede dell’immobile e gli immobili sono abitazione principale uno della madre e l’altro del contribuente stesso. Il Caf a cui egli si è rivolto sostiene che gli interessi del mutuo ereditato non sono deducibili da quando si è trasferito, a nulla valendo che si tratti dell’abitazione principale della madre, e che comunque non è possibile dedurre gli interessi di due mutui passivi.

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?