Persone fisiche

Il reddito della guida turistica la inquadra nei forfettari

di Nicola Forte

LA DOMANDA
Una nostra cliente svolge attività di guida turistica da diversi anni, con un modesto volume di ricavi; ha fruito del regime agevolato dei minimi e, dal 2013, è passata nel regime semplificato. Nel 2014 aveva un fatturato di 14.366 euro, cifra quindi inferiore a 15.000 euro e, avendo tutti i requisiti previsti dalla legge di Stabilità 2015, ha scelto di determinare il reddito in maniera forfettaria.
Nel compilare il modello Unico 2016 per l'anno 2015 è stato compilato il quadro LM barrando al rigo LM21 «la sussistenza dei requisiti di accesso al regime» (articolo 1, comma 54); è stato indicato il codice attività 79.20.2, con il coefficiente di redditività del 78 per cento. I compensi conseguiti nel 2015, però, ammontano a 17.513 euro. Il nostro dubbio è: avendo la contribuente superato i 15.000 euro, è corretto averla inquadrata nel regime forfettario? La legge di Stabilità per il 2016 ha elevato il volume dei ricavi a 30.000 euro: può rimanere in tale regime?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?