Persone fisiche

Il bonus lavori in casa si trasmette all’acquirente salvo diversa indicazione nel rogito

di Marco Zandonà

LA DOMANDA Considerato che, di norma, in caso di vendita di immobile sul quale è stato eseguito intervento di recupero (50%), il beneficio viene automaticamente trasferito all’acquirente, salvo diverso accordo, si chiede se, nel caso di due coniugi di cui la moglie proprietaria (che ha iniziato da un anno a detrarre le quote e che ha sostenuto le spese) vende al marito la proprietà, ma senza nulla indicare sull’atto di compravendita su chi dovrà continuare a detrarre le quote rimanenti, può continuare a detrarre la moglie in virtù di essere coniuge convivente? Oppure, non avendo specificato nulla sull’atto, si è trasferito il diritto automaticamente al marito? In sostanza, si intende sapere se nel caso di coniugi conviventi si può ovviare alla specifica sull’atto, ritenendo che il coniuge convivente ha sempre diritto a detrarre in quanto rimane, anche dopo la vendita al marito, familiare convivente mentre l’indicazione sia invece necessaria tra soggetti che non sono conviventi.

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?