Professione e studio

Truffa e peculato per il notaio che non versa all’erario

di Romina Morrone

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Risponde di peculato e di truffa aggravati e continuati il notaio che, nel determinare l’imposta di registro relativa agli atti rogati, fa riferimento al prezzo-valore disattendendo le indicazioni dei clienti e trattiene per sé le somme ricevute senza versarle all’erario. Lo ha affermato al Cassazione nella sentenza n. 28295 del 7 luglio. I fatti Un notaio è stato imputato di: a) peculato aggravato e continuato (per aver preso l’iniziativa, diversamente dalla volontà espressa dai clienti in ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?