Professione e studio

Scatta il prelievo Irpef sulle spese di trasferta addebitate al cliente

di Nicola Forte

LA DOMANDA Sono un architetto che vive e lavora a Roma. Sono stato incaricato di seguire un'importante opera di progettazione in un'altra città. Dovrò affrontare molte trasferte sostenendo tutti i relativi oneri per le trasferte. Dovrò ad esempio affrontare le spese di viaggio, le spese alberghiere, le spese per il vitto, dalla prima colazione alla cena. Queste spese sono di importo rilevante e riducono di molto il mio guadagno netto. Intendo quindi addebitarle all'impresa committente, ma non so se queste somme sono soggette a Irpef e, perciò, se sono tassate al momento dell'incasso. Inoltre, le spese, se fossero tassate, potrebbero essere considerate in deduzione dal reddito? Sono previste limitazioni ai fini fiscali? - L. M. - Roma

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?