Professione e studio

Fallimento, Cassa edile esclusa al passivo in privilegio per accantonamenti e contributi

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

In caso di fallimento l’ammissione al passivo in privilegio generale, previsto dall’articolo 2751-bis, n. 1, del Codice civile, per il credito vantato dalla Cassa edile, è legittimo soltanto per le somme di natura retributiva e non per quelle di natura contributiva; l’ammontare richiesto, comunque, deve sempre essere precisamente provato.Intanto, gli accantonamenti relativi a ratei ferie, gratifica natalizia e festività per i quali la Cassa Edile assume il ruolo di intermediario nell’erogazione delle prestazioni altrimenti dovute direttamente dal datore di ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?