Persone fisiche

La cessione del diritto d'opzione sulle quote sociali genera una plusvalenza tassabile

LA DOMANDA Un socio persona fisica di una Srl ha stipulato nel 2013 un accordo con un una srl relativo alla vendita del 30% del capitale sociale. L'atto definitivo dovrà essere effettuato entro il 2014. Il venditore ha concesso all'acquirente un diritto di opzione all'acquisto delle quote sociali dietro il pagamento di un corrispettivo che sarà poi imputato in conto prezzo di cessione. Nel caso in cui la parte acquirente non dovesse acquistare le quote societarie entro il termine stabilito e pertanto perdere il corrispettivo pagato per il diritto di opzione (in quanto non restituito), tale valore rappresenta un reddito imponibile per la persona fisica? In caso affermativo come si configura tale reddito? È un onere deducibile per il promittente acquirente?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?