Reddito d'impresa

Dividendi esteri, credito di imposta in lista d’attesa

di Riccardo Michelutti

Con la riforma Tremonti del 2004, i dividendi esteri percepiti da persone fisiche in relazione a partecipazioni non qualificate non detenute nell’esercizio di impresa sono obbligatoriamente assoggettati a ritenuta a titolo d’imposta nella misura del 26% (o ad imposizione sostitutiva in pari misura nel caso in cui non intervenga un intermediario residente). A tali dividendi non si rende applicabile il credito per le imposte estere di cui all’ articolo 165 Tuir, in quanto la detrazione ivi prevista ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?