Reddito d'impresa

Deducibile il disavanzo di fusione

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

È deducibile il disavanzo di fusione da annullamento quote se le partecipazioni eliminate a seguito dell’operazione straordinaria hanno già determinato precedentemente l'insorgenza di una plusvalenza tassabile. Intanto il disavanzo di fusione da annullamento quote è ammortizzabile per l’incorporante nei limiti della plusvalenza che ha formato il reddito dell’impresa residente che gliele ha cedute, nonostante la fusione sia per definizione fiscalmente neutra. Poi l’incorporante che ha annullato le quote può dedursi gli ammortamenti senza neppure provare l’avvenuta tassazione della ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?