Reddito d'impresa

No alla distrazione patrimoniale se la società fallita paga i compensi all’amministratore

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Non è bancarotta fraudolenta patrimoniale la condotta dell'amministratore che a ridosso del fallimento si ripaghi degli emolumenti vantati verso la società amministrata. Intanto tale delitto, potendo unicamente alterare la par condicio creditorum, è configurabile quale bancarotta preferenziale. Poi non sussiste comunque la distrazione se la somma prelevata dalle casse sociali è congrua rispetto al lavoro prestato. Infine non rileva neppure la mancanza di una formale delibera degli organi sociali in quanto il credito da lavoro è sempre esigibile. Così ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?