Reddito d'impresa

Rischio bocciatura per l’interpello probatorio

di Pierpaolo Ceroli e Agnese Menghi

I contribuenti che intendono presentare un interpello probatorio dovranno prestare molta attenzione alla documentazione che allegheranno all’istanza. La recente circolare 9/E del 1° aprile 2016 , infatti, prevede che, qualora l’amministrazione non riuscisse a valutare l’idoneità degli elementi probatori presentati dall’istante, non dovrà richiedere l’integrazione della documentazione, formulando, di fatto, una risposta «non idonea» per il contribuente. Le nuove disposizioni, in recepimento del restyling operato dal Dlgs 156/2015, sono entrate in vigore il 1° gennaio 2016. In base alle ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?