Reddito d'impresa

Le partecipazioni «qualificate» penalizzate dalla nuova aliquota

di Giorgio Gavelli e Gian Paolo Tosoni

Con riferimento alle partecipazioni (esclusivamente non quotate), l’affrancamento di valore evita al contribuente, sino all’importo periziato e soggetto ad imposta sostitutiva, di sostenere in sede di successiva cessione (ovvero permuta, conferimento, eccetera) l’imposta dovuta sulla plusvalenza, che è pari al 26% per le partecipazioni non qualificate ed alla propria aliquota marginale sul 49,72% del plusvalore per le partecipazioni qualificate. La particolarità dell’attuale versione del provvedimento consiste nel fatto che l’imposta sostitutiva è pari all’8% del valore di perizia in ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?