Reddito d'impresa

La cessione dopo l’assegnazione non fa scattare «l’abuso»

di Gian Paolo Tosoni

L’assegnazione agevolata dei beni ai soci con successiva cessione degli immobili a soggetti terzi, non configura una ipotesi di abuso del diritto; la fattispecie non è infatti in contrasto con le norme fiscali o con i principi dell’ordinamento tributario. Lo ha precisato ieri l’agenzia delle Entrate con la risoluzione 93/E . Ancorché il chiarimento arrivi quando i termini per l’assegnazione agevolata sono scaduti, fornisce una interessante interpretazione in materia di abuso del diritto valida per le operazioni già eseguite; ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?