Reddito d'impresa

L’assegnazione ai soci chiama a una verifica sulla capienza del patrimonio

di Mario Cerofolini e Gian Paolo Ranocchi

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Nell’ambito dell’assegnazione agevolata ai soci una questione particolarmente delicata è quella che riguarda il rapporto tra patrimonio netto contabile e valore dell’immobile assegnato ai soci. L’Agenzia sul punto ha affermato che per poter legittimamente accedere alla disciplina agevolata, è necessario detenere nel patrimonio netto riserve di importo almeno pari al valore contabile dell’immobile assegnato. Occorre, sul punto molto delicato, indagare sulla definizione tecnica di assegnazione che però non si rinviene direttamente nel Codice civile. L’Agenzia, dal canto suo, ha ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?