Reddito d'impresa

Ace e acconti, l’importo deducibile non va ricalcolato

di Gianluca Dan

LA DOMANDA Nel calcolare le imposte versate a giugno 2017, un'impresa individuale in contabilità ordinaria (molto patrimonializzata) ha ricalcolato gli acconti per tener conto delle modifiche previste dal Dl 50/2017, che ha ridotto l'aliquota all'1,6% per il 2017. È corretto tale comportamento? Se nel corso del 2017 si verifica un'eccedenza Ace rispetto al reddito d'impresa, determinata da un'eventuale riduzione del reddito, è possibile riportare tale eccedenza all'anno successivo o convertirla in credito Irap? Il credito è soggetto al visto di conformità? Cosa accade, ad esempio, se il reddito è “zero” e l'agevolazione Ace è 30mila euro? - S. T. CATANIA

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?