Professione e studio

Stp, cessione del credito come compenso professionale

di Gianluca Dan

LA DOMANDA È stata costituita una società tra professionisti sotto forma di società semplice. La società ha iniziato l’attività il 2 gennaio 2017.
Nel corso dell’anno sostiene notevoli spese per il personale e generali e, praticamente, non incassa alcunchè, considerato che i clienti pagano a consuntivo. Poiché per le attività professionali vige il principio di cassa, l’anno chiuderà con una notevole perdita che i soci vorrebbero evitare, considerato che tale perdita non è riportabile. Tanto premesso, si chiede se sia corretto emettere un certo numero di parcelle entro fine anno e incassarle tramite una cessione del credito a un socio che si è dimostrato disponibile.
In questo modo il principio di cassa è da considerarsi rispettato?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?