Societa e bilanci

Curatore fallimentare, così la liquidazione del compenso

di Renata Carrieri

La sentenza 4378/2015 della Cassazione ha sancito che è illegittimo il provvedimento che dispone, nel corso del fallimento, la liquidazione definitiva del compenso spettante al curatore che ha rinunciato all’incarico, la cui istanza avrebbe dovuto, pertanto, essere dichiarata improponibile. Prima della conclusione della procedura concorsuale, è possibile esclusivamente riconoscere un acconto sull’onorario da stabilire successivamente. Conseguentemente, soltanto al momento della conclusione del fallimento è possibile fissare, nell’ambito di un compenso idealmente riferibile all’intera procedura, la quota spettante a ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?