Societa e bilanci

Concordato, niente divieto di compensazione dopo le anticipazioni della banca

di Michele D’Apolito

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

L'impresa che accede al concordato preventivo e che, prima dell'ammissione alla procedura, ha fruito di anticipazioni su ricevute bancarie, non può opporre alla banca il divieto di compensazione previsto dall'articolo 56 della legge fallimentare (Rd 267/1942) . Il Tribunale di Milano, in un'ordinanza del 9 gennaio scorso , si è occupato di una vicenda dai risvolti operativi ampiamente diffusi tra le imprese in crisi, che, prima della presentazione del piano concordatario, abbiano smobilizzato i propri crediti commerciali attraverso l'anticipazione ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?