Societa e bilanci

Per le società di comodo l’interpello è facoltativo sulla carta

di Dario Deotto

Quando si “può”, è chiaro che si è in presenza di una facoltà, mentre quando si “deve”, si è in presenza di un obbligo.Si tratta di una regola banale, che però non sembra valere per tutti, e in particolare per l'agenzia delle Entrate. La vicenda è quella dell'interpello delle società di comodo. La norma (articolo 30 della legge 724/1994 ) stabilisce, fino al 31 dicembre di quest'anno, che la società “può chiedere” la disapplicazione delle disposizioni attraverso la presentazione ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?