Societa e bilanci

Fornitori di materie prime sempre in pre-deduzione in caso di fallimento dopo il ritorno in bonis da concordato in continuità

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

I crediti maturati per le forniture di materie prime effettuate nell’esecuzione di un concordato preventivo in continuità omologato in caso di successivo fallimento della debitrice sono comunque da regolarsi in prededuzione. Intanto le obbligazioni vengono consapevolmente assunte dall’impresa in concordato per perseguire il rilancio, in adesione a un piano industriale prima approvato dai creditori e poi omologato dal tribunale. Poi, se pure tra il momento della risoluzione del concordato per inadempimento e il successivo fallimento la società torna in ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?