Accertamento e contenzioso

Per violazioni pluriennali all’imposta di registro non valgono i principi sull’abuso del diritto

di Laura Ambrosi

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Ai fini dell'imposta di registro, l'amministrazione può pretendere l'imposta su una pluralità di atti in ragione del concreto effetto degli stessi a prescindere dall'eventuale vantaggio economico conseguito o dall'esistenza di valide ragioni a supporto. Non sono infatti pertinenti i principi sanciti ai fini dell'abuso del diritto. A tali conclusioni è giunta la Corte di Cassazione con la sentenza nr. 25005 depositata ieri . Alcune persone fisiche sottoscrivevano un contratto di mutuo garantito da terreni di loro proprietà, che successivamente ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?