Accertamento e contenzioso

Raddoppio dei termini, regime transitorio da rivedere

di Antonio Tomassini

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Lalegge di Stabilità ha abrogato il raddoppio dei termini in presenza di violazioni penali. Nel contempo la stessa legge ha tuttavia allungato il periodo ordinario (da quattro a cinque anni per la dichiarazione infedele, da cinque a sette anni per l'omessa dichiarazione) per gli avvisi di accertamento relativi al periodo 2016 e ai successivi (lasciando peraltro discutibilmente operante il raddoppio black list, ampliando in modo veramente record il termine per accertare, sino ad un massimo di 14 ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?