Accertamento e contenzioso

Il trasloco apparente non salva dal fallimento

di Alessandro Galimberti

Il trasferimento all’estero della sede non salva l’impresa dalla procedura concorsuale, anche se il trasloco è avvenuto prima dell’istanza di fallimento. La giurisdizione resta quindi in capo al giudice italiano, sempre che non si tratti di un effettivo espatrio dell’attività, della direzione e del controllo della società stessa. Le Sezioni unite civili della Cassazione con la sentenza 5419/16 , depositata ieri, danno continuità alla giurisprudenza europea sui criteri per fissare la giurisdizione nei ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?