Accertamento e contenzioso

Crediti inesistenti, mini-sanzioni se l’utilizzo è stato «colposo»

di Rosanna Acierno

In caso di compensazione di crediti, la cui inesistenza non sia riscontrabile mediante la liquidazione automatica della dichiarazione, è legittima l’applicazione della sanzione minima del 100% anziché nella misura massima del 200%, qualora l’ufficio abbia provato la condotta colposa del contribuente che li ha utilizzati, ma non anche quella dolosa. Sono queste le principali conclusioni cui è giunta la Ctp di Bergamo con la sentenza 287/1/2017 (presidente Oldi, relatore Saia). La pronuncia trae origine dalla emissione di due atti ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?