Accertamento e contenzioso

Liti pendenti, la chiusura «pesa» le perdite

di Laura Ambrosi

Se la lite pendente riguarda una rettifica della perdita la somma da corrispondere per chiudere il contenzioso dipenderà dalla decisione di affrancare o meno tale perdita. È quanto chiarisce l’agenzia delle Entrate con la circolare 22/E del 28 luglio 2017. Nell’ipotesi in cui si voglia affrancare la perdita e quindi, di fatto, lasciare invariati eventuali riporti della stessa negli esercizi successivi, il valore della lite si ottiene calcolando limposta “virtuale” commisurata all’ammontare delle perdite in contestazione. Tale valore ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?