Accertamento e contenzioso

Creditore postergato con diritto di voto

di Claudio Ceradini

Più chiaro il trattamento dei crediti postergati nel concordato preventivo, dopo la sentenza della Corte di cassazione 16348 del 21 giugno . Due sono i profili rilevanti: la corretta collocazione nel piano e nella proposta ai creditori ed il diritto di voto in adunanza. La Suprema Corte aveva già chiarito con la sentenza 2706/2009 che i crediti derivanti da finanziamenti eseguiti in presenza di uno squilibrio eccessivo tra indebitamento e patrimonio o di una situazione finanziaria, tale ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?