Accertamento e contenzioso

Conti della società non sequestrabili dopo il fallimento

di Laura Ambrosi, Antonio Iorio

Dopo il fallimento della società è illegittimo il sequestro preventivo finalizzato alla confisca sui conti correnti: si tratta, infatti, di beni nella disponibilità della curatela e pertanto non è individuabile il profitto del reato. Ad affermarlo è la Cassazione, terza sezione penale, con la sentenza 45574 depositata ieri. Un tribunale del riesame confermava il sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente sui conti correnti di una società già dichiarata fallita e sui beni del legale ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?