Dichiarazioni e adempimenti

Dogane, procedure da adeguare alla Ue

di Benedetto Santacroce e Ettore Sbandi

L’operatore economico autorizzato (Aeo) deve adeguare le proprie procedure alla nuova disciplina introdotta dal Codice doganale dell’Ue, in vigore dal 1° maggio. Sono queste, infatti, le conclusioni della Commissione Ue presentate agli operatori con il documento Taxud/B2/031/2016, con il quale l’esecutivo comunitario ha allertato gli operatori già certificati Aeo sull’importanza dei nuovi processi di compliance richiesti dalla regolazione doganale. Particolare attenzione è dedicata agli status soggettivi degli operatori, tenuti a comprovare non solo l’assenza di precedenti per infrazioni fiscali ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?