Imposte indirette

Iva, per ampliare l’imponibile dev’essere contestata la fattura

di Andrea Barison

Se l’ufficio ritiene che l’Iva addebitata sia inferiore a quella dovuta, deve contestare la completezza della fattura. Non è possibile, infatti, alterare il rapporto tra Iva dovuta e base imponibile: sulle somme che non hanno concorso a formare la base imponibile, in quanto non addebitate in fattura al cliente, non è possibile pretendere l’Iva. Ad affermarlo è la sentenza 9724/1/2016 della Ctp di Milano (presidente Roggero, relatore Chiametti). La vicenda scaturisce dal ricorso presentato da una società ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?