Professione e studio

Anticipi e rimborsi non sono rilevanti

di Giorgio Gavelli e Massimo Sirri

Un caso diverso è quello delle spese anticipate dal professionista in nome e per conto del cliente, che non costituiscono reddito (circolare n. 1/RT/1973) a condizione che vengano «analiticamente dettagliate» (circolare n. 58/E/2001 ): situazione tipica è il pagamento del contributo unificato necessario per il deposito del ricorso. Tali importi sono esclusi da Iva (articolo 15, comma 1, n. 3, Dpr 633/1972) e non soggetti a ritenuta d'acconto. È irrilevante, ai fini reddituali, anche il rimborso ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?