Reddito d'impresa

Il total tax rate sulle imprese sale al 59%

di Redazione Quotidiano del Fisco

Un carico fiscale complessivo pari al 59,1% dei profitti commerciali, in aumento di 6 punti, 238 ore necessarie per gli adempimenti fiscali e 14 pagamenti l’anno. È il ritratto della tassazione che grava sulle imprese in Italia, secondo il rapporto Paying Taxes 2020 della Banca Mondiale e Pwc, che in base al mix tra peso del fisco e fatiche connesse (il total tax & contribution rate), assegna alla Penisola il 128esimo posto sui 190 Paesi in esame, in peggioramento rispetto al 116esimo posto della precedente edizione. In base all’indice complessivo che fotografa tre valori – incidenza di imposte e contributi, tempo necessario per gli adempimenti e numero di versamenti effettuati– al primo posto nel pianeta c’è il Bahrein, seguito da Hong Kong e dal Qatar.

Il carico fiscale e contributivo sulle imprese italiane è aumentato nel 2018 al 59,1% dal 53,1% della precedente classifica a fronte di una media globale 2018 del 40,5 ed europea del 38,9%. L’incremento è riconducibile al venir meno degli sgravi contributivi introdotti come misura temporanea e poi non stabilizzata, «in conseguenza del mutamento della politica economica del paese», spiega il rapporto. La sensibile riduzione dell’aliquota Ires intervenuta nel 2017 e la previsione del super ammortamento per l’acquisizione di nuovi beni strumentali non hanno consentito di assorbire l’impatto negativo del venir meno della decontribuzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag