Societa e bilanci

Attenta disamina degli indizi prima di disporre la custodia cautelare per reati fallimentari

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

La custodia cautelare in carcere disposta nei confronti dell’imputato di reati fallimentari è legittima quando è adeguatamente motivata in base alla corretta disamina degli elementi indiziari a disposizione degli organi inquirenti. Intanto per la bancarotta fraudolenta documentale, ipotizzata per la non regolare tenuta delle scritture contabili, l’elemento oggettivo del reato è integrato quando la ricostruzione del patrimonio sia resa impossibile dalla loro modalità di tenuta e gli accertamenti degli organi fallimentari possano essere effettuati solo con particolare diligenza. Poi ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?