Societa e bilanci

Fallimenti, credito nel passivo con imposta di registro fissa

di Angelo Busani

Il decreto del tribunale fallimentare che, definendo un giudizio di opposizione allo stato passivo del fallimento, ammette nella massa un credito in precedenza escluso, è da registrare con l’imposta di registro in misura fissa se il credito in questione deriva da una operazione soggetta all’Iva. È questa la conseguenza della dichiarazione di parziale illegittimità costituzionale dell’articolo 8, comma 1, lettera c), della Tariffa parte prima, allegata al Dpr 131/1986 (il Testo unico dell’imposta di registro), e cioè nella ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?