Accertamento e contenzioso

Niente «solidarietà» per l’imposta di registro non pagata dal defunto

di Rosanna Acierno

L'imposta di registro non pagata dal defunto e quindi ancora dovuta, deve essere ripartita pro quota tra tutti i coeredi, non essendo applicabile in tal caso la regola speciale della solidarietà prevista solo per alcune fattispecie di debiti tributari contratti dal defunto.Di conseguenza, in tal caso, l'amministrazione finanziaria deve notificare tanti atti quanti sono gli eredi, vantando la pretesa in ragione delle rispettive quote ereditarie e accollandosi, in tal modo, a suo carico il rischio di insolvenza.È quanto chiarito ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?