Accertamento e contenzioso

Rischio reati, accertamenti sprint

di Antonio Iorio

Il rischio di reiterazione di violazioni penali tributarie può costituire una valida ragione di urgenza per derogare al termine di 60 giorni previsti dallo Statuto del contribuente ai fini dell’emissione dell’avviso di accertamento. In tale contesto, è il giudice tributario che deve valutare la correlazione tra il reato contestato e l’eventuale urgenza. A precisarlo è la Corte di ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?