Accertamento e contenzioso

Dichiarazione fraudolenta, reato con requisiti più stretti

di Antonio Iorio

Non può essere perseguito per dichiarazione fraudolenta Iva mediante altri artifici il contribuente che riporta nella dichiarazione un’operazione impropriamente qualificata come non imponibile. Essendoci, infatti, coincidenza tra documenti ricevuti e dichiarazione presentata, manca l’intento di ostacolare l’accertamento. Così la Corte di cassazione, sezione IV penale, con lasentenza 21895 depositata ieri. La vicenda traeva origine da una contestazione di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici per aver indicato elementi passivi fittizi relativi a costi non inerenti per importi superiori alla ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?