Accertamento e contenzioso

Stop all’«integrativo» senza elementi nuovi e oltre il termine

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Il divieto di abuso del diritto si applica anche all’attività impositiva dell’amministrazione che, chiamando in causa più norme congiuntamente, emette un accertamento fuori termine. Nel dettaglio, va bocciato l’accertamento integrativo emesso per un’annualità già accertata privo dell’esistenza, novità e sopravvenienza di nuovi elementi impositivi. Così come quello emesso con il termine lungo, senza i presupposti per il raddoppio dei termini (cioè la motivazione della contestazione del reato al contribuente, l’obbligo della denuncia, l’allegazione della denuncia penale all’accertamento o la ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?