Dichiarazioni e adempimenti

L’accesso al forfettario blocca la ritenuta

di Paolo Meneghetti

LA DOMANDA Un professionista in contabilità semplificata ha emesso fatture nel 2014 sia verso privati che verso società. Al 1° gennaio 2015 sceglie di passare –avendone i requisiti – al regime forfettario, in base al quale nelle fatture attive non possono più figurare Iva e ritenute di acconto. Nel 2015 i clienti pagano le fatture al professionista. Essendo il professionista in un regime per cassa, tali fatture devono essere considerate reddito nel 2015. I clienti società non devono più operare la ritenuta d'acconto nel 2015, essendo entrato in vigore il regime forfettario per il professionista, e, quindi, devono corrispondergli l'importo della fattura al lordo della ritenuta? Le certificazioni uniche rilasciate dai clienti società al professionista devono al contrario evidenziare le ritenute d'acconto, in quanto rispecchianti la situazione in essere nel 2014? In questo caso, il professionista, nella dichiarazione dei redditi per il 2014, potrà portare in detrazione le ritenute nel campo RE26?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?