Dichiarazioni e adempimenti

Doppio atto per il recupero del credito d’imposta non spettante

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Servono due atti per rientrare del credito di imposta indebitamente concesso, l’atto di revoca dell’agevolazione emesso dal Centro operativo di Pescara e l’atto di recupero del credito dell’ente impostore competente, perché il primo costituisce presupposto del secondo. Pertanto l’amministrazione può formare l’atto di recupero solo quando esso si è reso definitivo il provvedimento di revoca dell’agevolazione fiscale, che, in caso di contenzioso, significa aspettare l’ultima sentenza non impugnata. Infine l’atto di recupero deve essere notificato al contribuente entro il ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?