contenzioso

Il ricorso proposto dal contribuente non sana il vizio dell'atto impugnato

CONTENZIOSO

Tempestività, determinatezza e intelligibilità. Sono questi i requisiti che devono avere gli atti impositivi dell'amministrazione finanziaria per consentire al contribuente di esercitare il proprio diritto di difesa. Ne deriva che l'eventuale ricorso giurisdizionale del contribuente medesimo non può sanare il vizio di motivazione dell'atto impugnato. È quanto si evince dalla sentenza della Sezione tributaria della Corte di cassazione 20 settembre 2013 n. 21564. La vicenda giudiziaria riguarda l'impugnazione da parte di un contribuente di un avviso ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?