Persone fisiche

Anche il familiare convivente beneficia delle detrazioni per ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico

LA DOMANDA Madre e figlio convivono nella casa principale per entrambi. La madre possiede una seconda casa di villeggiatura sulla quale intende effettuare interventi di cui alle detrazioni del 50 e 65%. E' possibile accedere alla detrazione da parte del figlio (con intestazione e pagamento delle fatture a suo nome) anche in assenza di diritti reali sulla casa oggetto di ristrutturazione, ma come figlio convivente? Cambierebbe qualcosa in caso il figlio creasse un altro nucleo familiare sposandosi e non fosse più convivente con la madre entro 10 anni? La convivenza si esplica nella casa oggetto di interventi in quanto sono parenti e quindi non è necessario stipulare un contratto di comodato ad uso gratuito come posizione più prudente, siete d'accordo?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?