Reddito d'impresa

Residenza fiscale, l’«exit tax» pesa sull’ingresso dei beni

di Filippo Maisto

Il decreto Internazionalizzazione ha introdotto nell’ordinamento il criterio dell’ingresso al valore normale delle attività e passività dei soggetti esercenti imprese commerciali (inclusi gli imprenditori individuali) che trasferiscono la propria residenza fiscale in Italia, indipendentemente dall’assoggettamento a exit tax nello Stato estero di provenienza (salvo subordinare il recepimento del valore normale a un accordo di ruling internazionale per i soggetti provenienti da Stati black-listed). La norma di riferimento (articolo 166-bis del Tuir) non estende il suo ambito applicativo ai ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?